Il Barcellona in Serie A, ecco cosa può accadere

Barcellona

Il Barcellona in Serie A? Cose dell’altro mondo, strana da pronunciare ma, clamorosamente, in parte vera. Talmente vera che potrebbe avverarsi presto, molto presto.
Tutto si saprà il 9 novembre, data che in Spagna stanno aspettando, perché quello sarà il giorno del referendum per l’indipendenza della Catalogna (che va ricordato il Governo spagnolo ha ritenuto illegale). Qualora il fronte del movimento liberatorio dovesse spuntarla, distaccandosi così dalla Spagna, allora sarebbe un bel guaio non solo per il Barça ma anche per l’Espanyol.

 

Javier Tebas, numero uno della Liga, s’è già espresso: “Se la Catalogna diverrà uno stato indipendente, i due club non potranno più partecipare al campionato spagnolo. L’unica eccezione è rappresentata da Andorra, poiché la Federazione del Principato è stata fondata solo in un secondo momento”.
Con gli attuali regolamenti della Fifa e dell’Uefa, i blaugrana potrebbero prendere parte soltanto al torneo catalano con conseguenze terribili su uno dei club più blasonati del mondo.

Danni economici e d’immagine risulterebbero incalcolabili perché ovviamente la differenza tra il giocare nella LIGA e in un nuovo piccolo campionato lo fanno capire da se e questo porterebbe quindi ad un ridimensionamento totale dei piani societari, senza contare poi che anche la nazionale spagnola perderebbe punti di forza importanti.

Come risolvere il problema? Esistono delle eccezioni come il Monaco in Francia ad esempio, che milita in Ligue 1 e che non ha una propria Federazione né una nazionale e come lo Swansea e Cardiff squadre gallesi che giocano nel campionato inglese (il cui campionato fu riconosciuto solo nel 1992).
Ed ecco quindi che l’idea più affascinante ma forse anche la meno praticabile è quella che porta alla creazione di una Super Lega Europea. In realtà se ne parla da tempo e in Italia è sponsorizzata dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis.

L’alternativa più concreta però è migrare. In Spagna riferiscono di alcuni sondaggi effettuati in primavera dal Barcellona in merito a un possibile trasferimento in Francia o in Italia. Ma al calcio subentra la politica. Il governo italiano e francese non intendono compromettere i rapporti con la Spagna e dunque, al Barça sono pervenute risposte piuttosto freddine dalle due federazioni calcistiche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...