Due nuovi pianeti si nasconderebbero nel Sistema Solare

Sistema SolarePianeti nascosti nel Sistema Solare, di cui però non ci eravamo mai resi conto della loro esistenza. O forse si. L’ipotesi fa discutere in quanto avrebbe del clamoroso, dietro Nettuno infatti potrebbero nascondersi due nuovi pianeti.

In realtà la teoria non è nuova, sono anni che gli astronomi ne discutono ma proprio in questi giorni sembrerebbe essere arrivata una conferma, grazie ad una nuova simulazione al computer realizzata in collaborazione fra l’università Complutense di Madrid e quella britannica di Cambridge.

Il risultato è stato ora pubblicato sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society Letters. Se la scoperta venisse confermata molte cose potrebbero cambiare, infatti si rivoluzionerebbero i modelli finora usati per il nostro Sistema Solare. Questo perché due nuovi pianeti in più potrebbero spiegare il comportamento delle orbite degli oggetti celesti oltre Nettuno.

Fino a questo momento si è sempre sostenuto che le orbite dei corpi celesti che si muovono oltre questo pianeta dovrebbero essere distribuite casualmente e avere determinate caratteristiche di inclinazione dell’asse di rotazione.
Ma ciò che si è osservato in una dozzina di questi corpi è piuttosto diverso. Carlos de la Fuenta Marcos, uno degli astronomi che hanno seguito lo studio ha dichiarato: “Questo eccesso di oggetti con parametri orbitali inaspettati ci fa ritenere che alcune forze invisibili alterino la distribuzione di questi elementi orbitali e la spiegazione più probabile è che vi siano due pianeti sconosciuti oltre Nettuno e Plutone”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...